Carissimi, 

siamo ormai prossimi all’annuale Festa dell’Adesione, particolarmente significativa in questo 150° compleanno dell’Azione Cattolica. 
E come traduciamo e raccontiamo solitamente il nostro voler bene a chi festeggia il suo compleanno se non con un augurio e un regalo? 
A pochi giorni dall’8 dicembre voglio pensare innanzitutto ad un augurio per la “nostra” Azione Cattolica, perché possa continuare, anche attraverso la nostra presenza, ad essere volto sorridente e mano accogliente che avvicina le persone a Cristo e alla Chiesa. La tessera che ci sarà consegnata è per noi, ma non è solo per noi: pensiamola come un invito per qualcun altro, per una festa più grande!  
Nel “Futuro Presente” che viviamo e che in questa Festa celebriamo, vogliamo augurarci di saper guardare con cura e simpatia alla nostra piccola o grande storia associativa parrocchiale e diocesana scoprendo i segni di Speranza che il Signore ha sicuramente posto come seme e che da associati siamo chiamati a custodire e far crescere. 
E insieme all’augurio, portiamo idealmente alla nostra Ac anche un piccolo dono tanto da rendere visibile e concreto il bene che ci lega. 
Il regalo che in questo 150° sentiamo come “utile” per la vita della nostra Azione Cattolica, è il rimanere fedeli a questo modo ordinario e insieme straordinario di essere Chiesa. Mi piace pensare che il nostro Sì, il nostro essere dedicati alla Chiesa e alle persone attraverso l’Ac, continui a    essere un dono e uno stile che reciprocamente ci scambiamo e che oggi diventa gioiosa testimonianza di servizio soprattutto per nostri giovani e ragazzi.
Con la certezza che anche ciascuno di voi ha un augurio e un dono da condividere per l’Ac, buona Festa dell’Adesione a voi e alle associazioni che vi sono affidate!
Un abbraccio, 
Matteo

 

 

Presidente Nazionale di AC